Cos’è la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale?

Cerchiamo di capire in maniera semplice cos'è la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy, CBT), attualmente considerata a livello internazionale uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici.

Cos’è la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale?

Il trattamento più efficace per i disturbi d’ansia, il panico e la depressione

La Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale pone le sue basi su studi clinici e scientifici ed è riconosciuta come il trattamento più efficace per i disturbi d’ansia, il panico e la depressione, con risultati talvolta migliori del trattamento farmacologico. Gli studi scientifici sul trattamento di questi disturbi hanno mostrato che se si raggiunge una modificazione profonda dei pensieri disfunzionali si hanno anche meno probabilità di ricadute in futuro.

Lo scopo della terapia, che tipicamente ha una durata breve-media a seconda del tipo di problematica, è quello di alleviare la sofferenza psicologica ed emotiva attraverso il cambiamento degli schemi mentali e dei comportamenti controproducenti.

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

Studio MATER - Psicoterapia e Neuropsicologia

Perché si chiama Cognitivo-Comportamentale?

Non sono gli eventi a creare e mantenere i problemi psicologici, emotivi e di comportamento, ma piuttosto il modo in cui noi li percepiamo

Nella parte cognitiva vengono analizzate le reazioni emotive e comportamentali alle varie situazioni della vita. Queste reazioni sono determinate dal modo in cui interpretiamo queste situazioni e dal significato che diamo a quello che accade. Per questo si imparerà a riconoscere il proprio modo di interpretare le cose, e quindi a integrare e modificare i pensieri automatici, le convinzioni profonde e gli schemi appresi nell’arco della vita, che sono la causa dei sintomi riportati dal paziente.

Se volessimo spiegarlo in parole molto semplici, potremmo affermare che

Non sono gli eventi a creare e mantenere i problemi psicologici, emotivi e di comportamento, ma piuttosto il modo in cui noi li percepiamo.

Nella parte comportamentale si dà importanza anche ai comportamenti della persona. Il fine è l’analisi dei comportamenti che generano o mantengono i problemi e la loro modificazione, per raggiungere uno stile di vita più soddisfacente e un maggior benessere. Cambiare i comportamenti è fondamentale per migliorare il proprio stato di salute e lo stile di vita.

Studio MATER - Psicoterapia e Neuropsicologia

Quali persone può aiutare la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale?

La Terapia Cognitivo Comportamentale è utile per bambini, adulti e anziani

La Terapia Cognitivo Comportamentale è utile per bambini, adulti e anziani. Per gli adulti si possono ottenere ottimi risultati nei casi di depressione, ansia, insonnia, attacchi di panico, disturbi alimentari (anoressia e bulimia), disturbi psicosomatici e cefalee, dipendenze da sostanze e nuove dipendenze (internet, gioco d’azzardo). Gli stessi risultati si sono ottenuti per i casi di disfunzioni sessuali, problemi di coppia e problemi di bassa autostima.

Nei bambini e adolescenti è invece particolarmente indicata per problematiche relative a timidezza e ansia da separazione, disturbi del comportamento, ADHD iperattività e disturbi dell’attenzione, disturbi emotivi e dell’apprendimento, disagio scolastico ed anche autismo. Il lavoro con i bambini viene affiancato al lavoro con gli adulti attraverso Training informativi e formativi rivolti ai genitori e alle altre figure di riferimento.

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

Studio MATER - Psicoterapia e Neuropsicologia

Quali sono gli obiettivi della terapia cognitivo comportamentale?

Risolvere la sofferenza presente e le problematiche che la persona vive nel qui ed ora

La terapia Cognitivo-Comportamentali è rivolta al momento presente, l’obiettivo principale è la risoluzione della sofferenza presente e delle problematiche che la persona vive nel qui ed ora. Durante il percorso terapeutico il terapeuta e il paziente collaborano per identificare il problema e le cause, in seguito vengono stabiliti insieme degli obiettivi e delle strategie adeguate per gestire e superare la sofferenza. Non ci si limita al colloquio, ma vengono utilizzate anche di una serie di tecniche specifiche: training di assertività, tecniche di esposizione, di rilassamento, mindfulness, diari, ecc.) che aiutano a gestire gli stati emotivi dolorosi e i comportamenti problematici della persona. Le tecniche utilizzate possono variare in base al tipo di problema e al livello di collaborazione del paziente, sia durante le sedute che nella vita quotidiana.

Studio MATER - Psicoterapia e Neuropsicologia
Studio MATER